Breath Test per diagnosticare l’Intolleranza al Lattosio

Le intolleranze e le allergie sono sempre più diffuse, in particolar modo, l’intolleranza al lattosio che colpisce milioni di persone.

In media, il 65% della popolazione mondiale. In Italia il 50% della popolazione risulta intollerante al lattosio, con una significativa maggioranza nel sud e nelle isole.

 

Cos’è l’intolleranza al lattosio?

L’intolleranza al lattosio è la difficoltà del corpo a digerire il lattosio, lo zucchero presente nel latte e nei suoi derivati.
Questo può accadere quando l’enzima lattasi, responsabile della digestione del lattosio, è carente nell’intestino tenue.

 

I sintomi

I sintomi possono variare da lievi a gravi e includono gonfiore, diarrea, crampi addominali, flatulenza e nausea.

Da che cosa dipende l’intolleranza al lattosio?

 

L’intolleranza può essere genetica: l’organismo non è in grado di produrre una quantità sufficiente dell’enzima lattasi. E’ il caso della popolazione asiatica, dove questa intolleranza riguarda il 90% della popolazione.

Oppure può essere acquisita: l’enzima lattasi viene ostacolato da infiammazioni dell’intestino, terapie o altri fattori. In questo caso, una terapia può ristabilire il normale processo di digestione.

Come si fa la diagnosi di intolleranza al lattosio?

 

Il Breath Test è uno strumento efficace per diagnosticare l’intolleranza al lattosio. Questo test non invasivo misura la quantità di idrogeno nell’aria espirata dopo aver consumato una bevanda contenente lattosio. Se l’intestino tenue non digerisce completamente il lattosio, il batterio intestinale ne fermenta una parte, producendo idrogeno come sottoprodotto. Livelli elevati di idrogeno nel respiro indicano un’intolleranza al lattosio.

Terapia per l’intolleranza al lattosio

Una volta confermata l’intolleranza al lattosio, è possibile adottare strategie dietetiche mirate per gestire i sintomi. Molte persone trovano sollievo riducendo o eliminando temporaneamente i latticini dalla loro dieta, mentre altre possono tollerarne piccole quantità o optare per alternative al latte tradizionale, come il latte di mandorle o di soia.

Una variazione nella dieta non vi priverà del tutto delle vostre abitudini alimentari!

Prenota il Breath Test